8 novembre 2009

Cheesecake al limone con le fragole sciroccate anticontagio









Jack ha compiuto tre anni. Neanche a dirlo abbiamo festeggiato. Venerdì con i nonni a Mestre, domenica con nonni, zii e cugini a Treviso con tanto di escavatore da montare con mugugno dell'Amato Bene che ha cominciato a trafficare con i pedali e la benna di plastica. Mentre l'elfo papà assemblava ....ho visto che Jack aveva le guance rosse cabernet e le manine scottavano. Dopo un rapido giro di misurazione di temperatura con tutti i metodi consciuti, la conferma è stata 38.5. La festa di compleanno si è trasformata quindi in una rincorsa al festeggiato per tutta la casa, mentre la sottoscritta brandendo una supposta urlava - giuro che ti non ti faccio male -. Il pulcino è stato agguantato ma ha stretto la chiappa e nemmeno la supposta con la parrucca di nivea riusciva a tranquillizzarlo.
Poi alla fine tra un bacio e una rassicurazione e il passaggio della supposta alla nonna , finalmente il siluretto ha fatto il suo dovere.
Il festeggiato ha così potuto racogliere le forze e usare l' escavatore ma solo in soggiorno.
Al fatidico momento del soffio sulle candeline ci siamo guardati tutti quanti; una soffiata e ci saremo ammalati in 14, robe da intasare un pronto soccorso. Così, il papà ha avuto l'idea, pellicola anticontagio sulla torta e via alle varie soffiate. Tanti auguri Jacopo !
Ingredienti
- per la frolla al limone
250 gr di farina 00
180 gr di burro tagliato a tocchetti
2 tuorli
2 cucchiai di succo limone
4 cucchiai di zucchero
- ingredienti
fragole sciroppate
375 gr di ricotta
125 di zucchero
2 uova
60 ml di succo si limone
1 cucchiaio colmo di farina di mais
125 ml di di panna da cucina

Procedimento
Nel mixer mettere il burro con lo zucchero e la farina e azionare con il tasto pulse per 30 secondi fino ad ottenere delle briciole, poi aggiungere i tuorli e il succo di limone azionare per altri 10 secondi. Impastare brevemente a mano mettere in freezer. Stendere tra due fogli di pellicola e foderare il fondo e i bordi di una tortiera rotonda da bordi alti .
Nel forno già scaldato a 170 C° cuocere la frolla per 10 minuti coperta da riso o da noccioli di ceramica per la cottura in bianco. Togliere i noccioli e cuocere per altri 10 minuti.
Spalmare la frolla con le fragole sciroppate, fatte con la ricetta della macchina del pane programma marmellate.
Per il ripieno sbattere gli ingredienti nell'ordine riportato sopra con le fruste elettriche, mescolando bene ad ogni aggiunta.
Versare il ripieno sulla frolla e cuocere per 30 minuti nel forno a 180 C°

7 commenti:

Fra ha detto...

povero cucciolo stava rischiando di non poter soffiare sulle candeline per la vostra paura di un contagio...per fortuna c'è il papà elfo che aggiusta tutto!
Un bacione
fra

Barbara ha detto...

Auguri al festeggiato per il compleanno e perchè guarisca presto! A te i miei complimenti, questo cheesecake si mangia ANCHE solo con gli occhi!
P.S. L'immagine di te che rincorri il cucciolo urlante... fa venire il sorriso alle labbra!!!

Federica ha detto...

fantastico questo cheesecake!

Daniela ha detto...

Tanti auguri al cucciolo, me lo immagina mentra gustava il chhesecake, fagli una coccola da parte mia. Ciao Daniela.

fantasie ha detto...

Divertentissimo il tuo post! La supposta con la parrucca, etc. etc. e la torta incappucciata antivirus... geniale! Auguri, anzi biauguri al pulcino!

enza ha detto...

qui roma la porcella l'hanno avuta tutte e 3, ma anzichè sventolare la suppostina ho usato il fantastico sciroppo che sa di fragola e via se ne saranno fatte un litro in 3 alla fine del casino.
Irene è da ieri sera che mi prende a testate e cerca di uscire ma io stringo tutto e tengo duro, in compenso avevo la letterina pronta per te sulla scrivania ma penso che la trasformerò da romantica missiva in elettronica e fredda mail dato che appena provo a fare un passo l'inquilina del piano di mezzo si da da fare...e siccome manca un mese ancora non mi sembra il caso anche perchè non posso incellophanare il mondo per evitare che qualcuno le possa soffiare addosso chissà che schifezza.
per il resto a roma si resiste e non vedo l'ora di sfoderare l'arma segreta dell'ikea. chissà potrei convincere il mio di amato bene che senza il portatorta traforato con la campana di vetro non posso andare a partorire, chissà.
comunque sei perfida a spedire certi libri.

antonietta ha detto...

grazie di essere passata da me
ora faccio un salto da te

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs