25 luglio 2008

Farfalle al limone e borse di Vuitton


Mi chiedo se anche quando si va in vacanza, c'è bisogno di vacanza. Questa mattina passo gli uffici delle Agenzie delle Entrate di Venezia in Campo Sant'Angelo. Entro di tutta fretta cercando di dribblare le orde di turisti in canottiera. La veneziana media dovrebbe avere la borsetta dotata di sperone retrattile, ma pare che questo non sia consentito. Incappo in una coppia di turisti inglesi, rossi tendenti al viola, e vedo lei che si fa il segno della croce. "Mem iuarenot in e cerci" -Iisnota e cerci?. No cara non è una chiesa, li vedi, quelli sono contribuenti, crociferi che portano l'effe24 , commercialisti che non caricano sotto braccio il libro dei salmi ma cartelle esattoriali, signore dall'italico polpaccio che gridano "tombola" dopo che sono usciti 5 numeri sul tabellone, i signori che gridano "Io!!" non rispondono a nessuna domanda e non si stanno pentendo di fronte a tutti, quello è un posacenere e non un'acquasntiera. Non è che noi episcopali italiani facciamo la messa dove ci capita e Venezia non è tutta di chiese.
In questi giorni la città è particolarmente congestionata di turisti, i mendicanti sono spariti perchè è stata emanata ordinanza che pone il divieto di mendicare in 242 zone della città. Secondo me i menndicanti si sono sciolti, con la giacca imbottita e quattro strati di gonne a Venezia sulla trachite con il sole a candela è più facile che stramazzino sul serio e che per le malattie di cui dicono di soffrire ... mentre, resiste qualchè vu cumprà ed è diminuito il rischio di essere investita da un'orda di ragazzi mori con le lenzuola piene di borse tarroccate che corrono inseguiti da vigili, finanzieri vestiti da turisti e vigili che inseguono i finanzieri vestiti da turisti.
"Sai che se ti fermano che stai acquistando una borsa taroccata ti becchi 1000 euro di multa ?" "Sai che che se tuo marito ti becca che ti comperi una borsa di Louis Vuitton da 1000 euro ti denuncia?".
Morale, a Venezia dove tutti girano a piedi, si può notare una tale quantità di portatrici di borsette di Vuitton che ci dovrebbe essere il negozio con la fila come alla Coop di signore con la sporta, altra opzione siamo tutte giapponesi, visto che sono loro gli unici ad acquistare.
Esiste pure la figura del Marocchino di Fiducia, ovvero il fornitore ufficiale di borse taroccate di almeno tre generazioni di nonne, madri e nipoti con borse e borsette. E' lui che ogni anno domanda come stanno le zie, che si presenta elegante e profumato e ha borse che nemmeno Louis Vitton ha prodotto, mentre la comessa del negozio di lusso sbadiglia in guanti bianchi.
Ma io quest 'anno ho bisogno di vacanza e di spiaggia e visto che le cose non vanno di pari passo ...mi sono presa in anticipo con la cucina facendo una cosa semplice ma buona.
A Yups! piace chiamarla la pasta fredda "ristrutturata", per ridere gli avevo detto "destrutturata", ma non so bene nemmeno io cosa si intenda. Comunque l'ho preparata una mattina presto presto quando tutti dormivano, così mi sono presa avanti e ho provato a vedere se riuscivamo a fare un po' più di spiaggia.

Ingredienti

350 gr di farfalle piccole cotte al dente


3 +1 cucchiai di capperi piccoli sotto sale sciacquati

3 cucchiai di olio EVO

il succo di mezzo limone


la parte gialla della scorza di un limone


3 pomodori cirio


una scatola di tonno da 16o gr sottolio


Procedimento

Cuocere le farfalle e scolarle al dente e condirle conun po' d'olio


Togliere la parte gialla della scorza di un quarto della metà limone. Sgocciolare i capperi lavati e metterli in una tazzina con il succo di mezzo limone.

Tagliare i pomodori, privarli dell'interno e tagliarli a pezzettini. Spezzettare il tonno e condire la pasta aggiungendo i pomodori.


In un mixer frullare 3 cucchiai di capperi sgocciolati, con l'olio e la scorzetta di limone.

Aggiungere alla pasta e condire bene anchere con i capperi rimasti, riporre almeno due ore in frigo prima di mangiare

9 commenti:

emilia ha detto...

Ti auguro tanta spiaggia...buona pasta e buon fine settimana :)

Marilena ha detto...

Ciao Isabella, buona questa pasta. Complimenti per il blog, per la tua simpatia e per quei bellissimi occhioni.
Buon week end :-)

Joe ha detto...

Ciao!Grazie per essere passata da me ed aver lasciato un tuo commento!
E' la prima volta che capito da te e ti voglio fare i miei complimenti perchè il tuo blog è meraviglioso!
A presto
Bacioni
Joe

Lo ha detto...

sai che mi piace questo tuo modo di dire "mi sono presa avanti"...bello....presa a vanti per stare indietro poi...adoro il sapore del limone con la pasta!buon fine settimana

Polinnia ha detto...

buona sta pasta e viva viva viva le luis vuitton tarocche!!!
baci

niki ha detto...

Buona la pasta.... se avessi il limone e non questo stramaledetto acidissimo non aromatico lime!!!!!!!!

skucinando ha detto...

lolloso il racconto, come sempre ...

bella la foto e la presentazione, io però non reggo il limone nella pasta e nel riso :)

ciau tafanaria spiaggiaiola

Gunther K.Fuchs ha detto...

bella pasta fredda meglio cosi, che quella destrutturata credimi

michela ha detto...

Anche questa appetitosa.
Grazie
ciao

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs