27 aprile 2008

Il tonno veloce e le chiavi dell'auto


Finalmente un lungo weekend di sole, a casa dal lavoro io, a casa da scuola i bimbi. Finalmente il tempo per fare la spesa.
Sono sempre di corsa e ho un sacco di promesse da mantenere. Yups! voleva fare la merenda con il suo amico al parco con il cestino da pic-nic e la torta, JackJack che aveva bisogno di qualche maglietta, l'Amato Bene che era comunque travolto dal lavoro, quindi al solito, tempo per rilassarsi poco poco.
Una volta soddisfatte tutte le esigenze e vista la splendida domenica, decidiamo di andare a Forte Marghera per un giretto di Biologica Mestre, tutti pronti, tutti vestiti cominciamo a cercare le chiavi dell'auto. Svuoto la mia borsa, io e l'Amato Bene ci perquisiamo a vicenda, ripercorriamo tutti i movimenti dell'ultimo giorno in cui l'abbiamo usata, roversciamo due cassetti di chiavi, ci assale il dubbio di averle lasciate attaccate sulla portiera o di averle gettate nella spazzatura. "Spazzatura" ecco la chiave di tutto, guardiamo tutti e due JackJack che da quando ha imparato a camminare ci ha fatto sparire mezza casa compreso il rotolo per tagliare la sfoglia per le crostate.
"Jack, dove sono le chiavi della brum?", " "adaiabrumbrum pù chruuu" (unica parola compresa chruu è il nome di suo fratello). "Dove Jack? in camera ?, in armadio?.
Per farla breve abbiamo guardato dappertutto e come unico posto nel portaombrelli. Eccole lì, ecco sfumata l'uscita biologica ... ma quelle manine che applaudivano per dirci che eravamo stati bravi e quelle guanciotte con le fossette ci hanno fatto tanto ridere. Yups! si è impegnato a insegnare a suo fratello a parlare, ha cominciato con "cioccolata".... ma questa è un'altra storia
Passiamo alla ricetta, si tratta di qualcosa di veloce fresco che dovrebbe avermi fatto risparmiare tempo....
Ho preparato questa salsa da accompagnare al tonno ai ferri, diluita con più olio si può usare per condire le verdure ai ferri.

Ingredienti


2 manciate di foglie di prezzemolo

una presa di sale

10 bacche di pepe

2 cucchiaini di semi di senape

2 cucchiaini di origano

3 cucchiai di aceto balsamico

2 cucchiai di mandorle tritate

1/2 bicchiere di olio extra vergine

2 cucchiai di succo di limone

Procedimento

Aggiungere tutti gli ingredienti nel mixer e conservare in frigo in un recipiente chiuso.

13 commenti:

Cookie ha detto...

Tutto è bene ciò che finisce bene, per fortuna avete ritrovato le chiavi!! Ti copio la ricetta del tonno, dele essere una delizia.

Aiuolik ha detto...

Questa ricettina non è affatto male, me la segno! Noi non abbiamo bimbi...però se l'ultimo ad aver preso la macchina è Uncle le cose non sono di molto diverse...ah sì lui parla :-)

Ciaooo,
Aiuolik

emilia ha detto...

Il mio piccolino ha perso il telecomando della TV....lo abbiamo cercato per due giorni....sono tutti uguali !! Ahahahah
Bella ricetta ;)

giu&cat ha detto...

Isa sono troppo curiosa di sapere come viene soprannominata TU dalla tua combricola!!! :) Cat

isabella ha detto...

@Cat
Mi chiamano ISABELVA

dolcienonsolo ha detto...

Bravissimaaaaaaaaaa

GG ha detto...

Mmmm, il tonno mi piace molto...mi copio questa ricetta immediatamente!
Bacioni, GG

unika ha detto...

è tutto finito bene e questo l'importante:-) la ricetta è super come tutto quello che prepari
Annamaria

Nepitella ha detto...

Ciao Isa, buona questa salsina per condire il pesce, fa tanto estate:D Buon 1 maggio

enza ha detto...

mi farai morire tu!

enza ha detto...

comunque LIvia classe 2005 al contrario di sara perde tutto, e poi ti guarda e con aria candida ti fa: mamma, tatto appotta!

graziella ha detto...

Ehi ragazza, c'è un invito anche per te!
Vieni a trovarmi e capirai!
Non puoi mancare!
Ciao!

la belle auberge ha detto...

Ciao, Isabella. Mi piace molto questa salsa e la farò di sicuro, avendo della senape in grani in attesa di occupazione. Il tuo racconto, così divertente e vero, mi ha ricordato l'abitudine che aveva una della mie figlie, quando era molto piccola, di osservare e ripetere alcuni miei gesti. In inverno, appena tornate dal giro di spese, avevo l'abitudine di togliere gli scontrini dal portafoglio e di gettarli nel caminetto. Una mattina, mentre facevo le pulizie, vidi tra i ciocci anneriti e la cenere qualcosa di insolito: un biglietto da 5000 lire e due da 1000 (lo ricordo come fosse oggi!). La piccola, evidentemente, aveva voluto emularmi...
un caro saluto
eu

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs