9 febbraio 2008

Omini delle toilette di San Valentino


Abbiamo grandi progetti per San Valentino questo anno. Intanto ecco i biscotti, leggeri e bianchissimi simili a quelli cinesi che nascondono un bigliettino, ma adattati agli ingredienti che avevo in dispensa e ottimi anche per lacolazione. Si tratta di una dichiarazione d'amore da accompagnare al caffè, unbuongiornoamoreeccocosatihopreparato e ricevere come risposta:"Sembrano gli omini sulle porte delle toilette"
(Ndr. nei paesi dell'est non si trovano le figurine di uomini e donne o la scritta ma un triangolo rivolto verso l'alto e un cerchio, io l'ho fatta dovunque appena sono riuscita a capire che si trattava di toilette e non sale dove si giocava alla roulette o magazzini)
Questi biscottini sono stati graditissimi anche da Yups! e JackJack che se li sono contesi fino all'ultimo. Mi piacerebbe dirvi dicome ce li siamo mangiati sotto le coperte appena svegli, invece a casa nostra c'è costantemente un'allegra confusione. Pare che la casa viva anche di questo, da quando è stata costruita, non ci sono mai vissuti bambini, i nostri, dopo cinquant'anni sono i primi bambini a viverci. Abbiamo tenuto anche qualcosa di chi ci abitava prima, dei piccoli pezzi della loro storia che era un peccato non conservare. E' come questa casa respirasse, finalmente giocattoli in giro, i pavimenti non sempre lucidi, insomma è come se da convento si fosse trasformata in roulotte un po' hippy.
Ingredienti
230 gr di farina di riso
70 gr di farina con lievito
140 gr di zucchero
120 ml di latte di cocco (latte intero)
1 tuorlo
20 gr di burro sciolto
Per decorare
cocco grattuggiato
mezzo cucchiaino di colorante rosso liquido per alimenti
albume
Procedimento
  1. Portare il forno a 165° C. Tostare la farina di riso. Si scalda una padella larga, mantenendo il fuoco vivace si mette la farina di riso e condinuando a mescolare con un cucchiaio di legno si lascia brunire un po', cinque minuti dovrebbero essere sufficienti. Mettere in una scodella e far intiepidire.
  2. Mescolare con l'impastatrice, o con una frusta, il latte di cocco, il tuorlo, e il burro sciolto (25 sec di microonde) e lo zucchero.
  3. Aggiungere a cucchiaiate le farine mescolate fino ad ottenere una frolla tenera. Mettere 15 minuti in frigo.
  4. Formare i biscotti con le formine coppapasta o con lo sparabiscotti, per stendere la frolla infarinare bene sia il piano di lavoro che il mattarello con la farina di riso.
  5. Cuocere per 12 minuti. I biscotti rimarranno molto chiari

Decorazione

Per colorare il cocco vi sevirà un sacchetto di plastica tipo quelli da congelatore dove mettervi il cocco, il colorante liquido e, tenendolo ben chiuso agitare bene per distribuire il colore. Aggiungere colorante fino al raggiungimento della tonalità di colore desiderata.

Spennellare i biscotti appena usciti dal forno con l'albume e intingerli nel cocco colorato e farli raffreddare


Tafanario:
sparabiscotti, formine dei biscotti (comperate al negozio 99 cent di Mestre)

20 commenti:

Artemisia Comina ha detto...

mi piacciono i biscotti margherita intorno e cuore dentro. e il biancore. ora che ci penso, ho certi stampini a forma di cherubino che dovrebbero fare pappa e ciccia con questi candori.

e qualche foto di sguincio della casa, a fare da sfondo a un ciambellone? dovremmo parlare della retorica fotografica delle foto da blog-cibo.

graziella ha detto...

La casa avrà sicuramente un'atmosfera più allegra da quando sono arrivati le piccole pesti! Pensa se sulla porta del bagno attaccassi i tuoi biscotti? Si trasformerebbe nella casa di Hansel e Gretel!!!

marcella candido cianchetti ha detto...

che forza buon fine settimana

zorra ha detto...

Thesse "toilet signs" looks so delicious! :-) Thank you for your participation.

Cat ha detto...

Beh, non puoi certo dire di non avere un compagno spiritoso :)) Io gli avrei staccato a morsi la testa... del suo biscotto ;)) Buona domenica!! Cat p.s.: quindi hai la ricettina dei biscottini della fortuna? :o

Dolcienonsolo ha detto...

Che bellini....

Daniela ha detto...

Sei pronta per il meme del gusto? Ti invito a postarlo...
Vieni da me e lo scoprirai...

mike ha detto...

che bello finalmente gli omini della toilette s'incontrano!!!!!a parte gli scherzi sono molto graziosi, bacio

Angel ha detto...

Those are so adorable. Fabulous!!

isabella ha detto...

@artemisia
ho conservato le foto e alcuni oggetti che ogni tanto usiamo, poi qualcosa ce la siamo comperata e fatta restaurare. Chi si intende di queste cose è comunque l'Amato Bene, visto che io sarei più verso la praticità nordica.
Hli stampini che ti piacciono sono con lo stantuffo e mi pare siano della Tesco, li vendevano da unieuro o da Ratti a Venezia li trovi ancora@
@graziella
anche il piccolo che pareva una "pagnochea" è diventato un babau
@marcella
Yups! mi domanda sempre delle olive "finte"
@thanks Zorra!
@Cat
l'AMato Bene è molto spiritoso!Per i biscottini della fortuna dovrebbe andarci la farina di tapioca tostata con delle foglie... anche il riso mi bastava abbastanza cinese ..
@dolci e non solo
cosa fa una persona alle sei della mattina di sabato ... biscotti o pane, se mi incoraggiate continuo eh....
@daniela
ci sto pensando.. devo ricordare... sono a dieta perpetua
@mike
romance in the toilette!
@angel
Thank you for visiting my blog, sorry about the missing translations but I really have no time, but if one day you would like to get a translation , Here I am!!!

Isabella

Anonimo ha detto...

Un blog tira l'altro e così sono arrivata qui.
Bello il tuo, blog, cara veneziana come me!
Dov'è, please, il negozio 0,99 centesimi di mestre di cui parli?
Vado poco a Mestre e quasi non la conosco (sono tornata a vivere a venezia 5 anni fa)e non ho mai visto questo negozio.
Grazie
sandra

P.S. anch'io sono sempre a dieta o perlomeno dovrei (spesso me ne dimentico)

isabella ha detto...

Sandra se hai un blog manda l'indirizzo !
Gli stampini e altre cosette da cucinas li trovo spesso nel negozio da 99 Cent che si trova in via verdi. Da piazza ferretto vai verso il teatro Toniolo, giri a sinistra per il passaggio coperto alla fine a destra dopo Malboro country c'è il negozio. Non ti resta altro che rovistare in gir e ogni tanto trovi qualcosetta

Cookie ha detto...

Vedi, abbiamo una sfasatura di fuso orario...Tu dov'eri quando dovevo trovare impiego il mio mezzo chilo di farina di riso? :-D

isabella ha detto...

@cookie
ne ho ancora 4 etti di farina di riso, sto studiando altre ricette, mi pare di averne anche trovate. L'Amato Bene non mi ha fatto comperare la farina di soia, ho cercato di fargliela passare per argilla ventilata ma non ci è cascato

elisabetta ha detto...

A proposito di tafanari, mi spieghi in che cosa consiste il porzionatore per torte???

comidademama ha detto...

Heiiiiii mi vedo, mi vedo! Vedo la bandiera USA svettare! scusa ma tanta tecnologia sulla colonna di destra non l'avevo ancora vista!

complimenti per il tuo weblog e per questi biscotti. Ho riso anche io per il termine tafanaro.

Ti ho inclusa nel mio feed reader così non mi perderò nemmeno uno dei tuoi post! a presto
comidademama

Anonimo ha detto...

Non ce l'ho un blog :(
Al massimo potrei dirti che metto foto su flickr.
Grazie per l'indirizzo di Mestre.
Verrò ancora a trovarti, sei davvero simpatica: ho messo il tuo blog tra i preferiti.
sandra_le
(così mi troveresti su flickr)

Anonimo ha detto...

Perche non:)

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs