23 aprile 2009

Strudel, strudel delle mie brame .....





Eh sì il tempo passa, è successo che mi sono sono sentita un po' "fiapa", pensando che fosse la dieta ho mangiato un po' di più e l'unica cosa che ci ho guadagnato sono stati tre chili e un aumento del giroculo che mi da quella forma a pera williams che gli uomini ti dicono di adorare mentre guardano rapiti Naomi Campbell in costume da bagno.

Così sono tornata dal mio dottore, che non mi rimprovera per aver addentato e digerito in due secondi una cioccolatina kinder sfuggita ai bambini , che non ride quando mi vede con le mutande di HelloKitty rosa sbiadite, perchè mi ero mi ero confusa tra un giovedì e un mercoledì e osa appena accennare al fatto di modificare le mie abitudini di vita. Infatti penso che oramai abbia capito che, più che il mio stile di vita , è quello di chi mi circonda ad influire sul mio metabolismo.
Ho scoperto di avere la pressione di una formica, 'sto senso di spossatezza non era quindi attribuibile solo all'esistenza di un ex marito rompiballe, due figli, di cui uno posseduto da Vegeta e l'altro incrociato con un Pokemon in trasformazione, un lavoro da toilet paper manager, lo stress da nomination per iscrivere il Pokemon all'asilo tanto che stavo valutando piuttosto di partecipare tutti e quattro al casting del Grande Fratello giapponese perchè mi sembra più facile essere ammessi . E invece no ! il fatto che io confonda il Bonus famiglie con l'Angelus del Papa solo perchè finiscono us, che mi giri la testa quando zigzago tra gli autobus evitando di finire schiacciata tra a un parabrezza e un paraurti, che usi il passeggino di Jack come un anziano usa il deambulatore, ha una ragione fisica, la benedetta pressione bassa . Così con la pastiglietta mi sono tirata sù, ora sorrido come come la Barbie, sono tornata acida, le cose sono tornate a scivolarmi addosso, insomma il mondo mi sorride soprattutto perchè me ne sento parte.
Quanto al sedere, quello rimane lì strizzato nei jeans, come quello di Naomi rimane marmoreo sulle passerelle di Parigi . Ora cinguetto tra gli autobus, saltando leggiadra tra nuvole di fumi di scarico mentre il mio cuore palpita e l'unico cerchio che ho alla testa è l'aureola.
Poi ripiombo a terra ricordandomi che ieri ho compiuto 39 anni e sono come lo yogurt: da consumarsi preferibilmente entro e non oltre.... e ho pure festeggiato con le paste e la torta, e adesso chi glielo dice al dottore .....Vabbè mi faccio corraggio perchè anche la vita è un male di passaggio ...
Viste le giornate di pioggia , le mele rinsecchite, le uvette e quel che a casa c'è metto la ricetta dello strudel fatto con tanto di pasta strudel che è giusto quello che serve per rilassarsi u po' in cucina!
Ingredienti
per la pasta strudel
200 gr di farina 00
1 uovo
2 cucchiai di burro sciolto
1 cucchiaio di aceto bianco
un presa di sale
50gr di acqua tiepida
1 cucchiaio di zucchero
1 tuorlo
burro
per il ripieno
4 mele sbucciate tagliate a dadini
succo di limone
5 cucchiai di zucchero
una manciata di pinoli tostati
una manciata di uvetta amollata
1/2 cucchiaino di cannella
Procedimento
Mescolare gli ingredienti per la pasta tranne l'acqua, amalgamare aggiungendo l'acqua un po' alla volta. Impastare per almeno dieci minuti la pasta fino a renderla lucida, spenellarla con del burro o dell'olio e porla per 30 minuti sotto un tegame riscaldato in precedenza.
Scaldare il forno a 180 ° e foderare una teglia con carta da forno.
Preprare il ripieno con le mele spruzzate di succo di limone, zucchero cannella, pinoli e l uvette ammollate.
Stendere un canovaccio pulito e infarinarlo abbondantemente, cominciare a stendere la pasta col mattarello, non si attacherà al canovaccio. La pasta deve essere quasi trasparente molto elastica. Pe tirarla il più finemente possibile passare il dorso della mano sotto la pasta fino a quando raggiungerà le dimesioni del canovaccio sul quale dovrà rimanere stesa. Tagliare i bordi con la punta di un coltello affilato dando la forma di un rettangolo, cospargere di ripieno lasciando due centimetri di bordo. Sollevando gli angoli del lato lungo del canovaccio arrotolare su sè stesso lo strudel . Il peso del ripieno e la consistenza della pasta faranno sì che lo strudel si arrotoli nella maniera corretta.
Sempre conl'aiuto del canovaccio far scivolare il dolce sulla teglia da forno. Spenellare con il tuorlo mettere nel forno caldo, durante la cottura spennellare due volte con del burro sciolto.
Cuocere per circa 35 minuti.
Se possibile prepararlo in anticipo di un giorno o mezza giornata.

9 commenti:

Fra ha detto...

:DDDDD oddio quanto mi sono mancati i tuoi post mi sono sbellicata dalle risate!!! comunque questo tempo sta mettendo tutti ko, io mi sento uno straccio per pulire i pavimenti...magari una fettina di quel delizioso strudel mi solleverebbe l'umore!!
Un bacione
fra

graziella ha detto...

Auguri in ritardo Naomi!

michela ha detto...

intanto auguri per il tuo compleanno simpaticissima!!
Ogni volta che passo di qua sobbalzo come avessi il singhiozzo ed invece rido solo!!

Laura ha detto...

Eh eh eh...che simpatica!! Io mica glielo dico al dottore dello strudel, ma magari una fettina te la ruberei volentieri!!

Azabel ha detto...

Ma si, il giroculo se preso con allegria non è troppo un problema ;)

/Tanti auguri di buon compleanno! :)

giucat ha detto...

Tesoro, finalmente! Sentivo la tua mancanza! Ma come il tuo compleanno la fai passare così sottovoce? Isa, non tocchiamo l'argomento giroculo... Il mio richiede due metri da sarta ormai... Ma è più forte di me, quando la bimba non finisce la pappa, gliela finisco io... e così faccio due pranzi e due cene (per fortuna la merenda la finisce sempre!)! Ti abbraccio forte! Cat

Anonimo ha detto...

Ci sei mancata un sacccooooooo!!!!! Iwona

Lo ha detto...

eccotiiiiiiii!!! bentornata e con un gustoso strudel e tanta vita vera da raccontarci....e un giroculo gioiosamente in comune così come la scadenza! un baciotto

bettin ha detto...

ma quanto mi fai ridere.....sei una bomba!In questi tempi uggiosi sei proprio un raggio di sole!
Mi mancavano le tue descrizioni delli tuoi 2 monelli......e ovviamente anche i tuoi dolci,!ciao betta

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs