12 dicembre 2008

Quando mangiavo il ciambellone lievitato alle nocciole....





In frigo sto allevando Hermann, il mio lievito naturale autogestito, pochi rinfreschi, vive da solo al freddo al buio vicino ad un vasetto di pesto con il quale sospetto abbia una relazione alla Broke Bake Mountain. Forse quast'anno ci riprovo con il panettone, ogni anno l'Amato Bene mi chiede se l'anno successivo deve regalarmi la malta visto che più che panettone è un panemattone....
Ma lo so tutto è dovuto alla mancanza di tempo, forse anche alla moltitudine di uomini che ho intorno: Jack che ha deciso che lui è grande e quindi a due anni si ritiene in grado di fare un sacco di cose da solo, Yups! che tra un po' gli ingesso i pollici così non può usare le pleistescion, l'Amato Bene col quale ci dividiamo così bene i compiti che non ci vediamo quasi più, se non per darci una pacca sulla spalla e stringerci la mano, a tutto ciò si aggiunge il mio ex marito, che viene a trovare suo figlio forse da un'altra galassia usando il raggio di curvatura dell'Enterprise di Star Trek, che mi da appuntamenti a orari indefiniti ai caselli delle autostrade per scambiarci il bambino e nessuna parola, tanto ormai ci siamo detti tutto e di più. Sarà l'idraulico, che finalmente mi ha restituito le chiavi, ma di canalette non parla...
Tra un po' forse me la prendo pure con Gesù Bambino perchè è Natale. Sarà che non ho comperato solo i regali per i bambini e mi sono fatta convincere da mia mamma a regalare pianola con microfono a Jack, che a meno che non sia Mozart, ci strimpellerà fino a quando non faremo sparire le batterie o lo porteremo a suonare da solo in un prato.
Sarà, il tempo orrendo per cui mi faccio gli ultimi 50 metri prima di arrivare in ufficio con i piedi nell'acqua gelida vista l'acqua alta, il che contribuisce a darmi una sferzata di vita del tutto indesiderata. Così nell'attesa che Herman si dia una mossa e la smetta di insidiare il pesto, nel terrore di affrontare un finesettimana da sola perchè l'Amato Bene è volato via, mi sono comperata una scatola di fiale per farmi i sulfumigi e un macinino da nocciole
Che se ne dica il Natale è faticoso... e cosa dire della Befana ... che devo stare tutta la notte in giro .....

A parte tutto ciò , ho cercato di replicare un dolce lievitato che mangiaco a Castelrotto quando andavo a sciare, lo facevano in una panetteria e lo vedevano a pezzi ..... eccovelo qua

Ingredienti

300 gr di farina + 2 cucchiai

15 gr di lievito di birra fresco

125 ml di latte tiepido

60 gr di zucchero
1 uovo
30 gr di burro morbido



un pizzico di chiodi di garofano mancinati


Ripieno


120ml di latte


100 gr di zucchero


un pizzico di cannella


250 gr di mandorle, noci , nocciole tritate


1 albume montato a neve


Procedimento



Mettere la farina in una ampia terrina, farci un buco e sbriciolarci dentro il lievito e versarci il latte intiepidito e mescolare con poca farina fino a scioglierlo, ricoprire con leggero strato di farina e lasciare lievitare fino a quando la supeficie non si crepa.

A parte mescolare burro, zucchero, l'uovo, il sale e i chiodi di garofano, aggiungere l'impasto preparato prcedentemente , mescolare fino a quandol'impasto diventa omogeneo, farlo lievitare al caldo fino a quando raddoppia di volume.


Per il ripieno far bollire il latte con lo zucchero e la cannella, aggiungere le nocciole e lasciare raffredare, montare l'albume a neve e aggiungerlo agli ingredienti precedenti.

Stendere la pasta in un rettangolo di 30 x 40 spalmarvi il ripieno e arrotolare







Con un coltello molto affilato tagliare per tutta la la lunghezza il rotolo







Sacaldare il forno a 180 C°.


Intreccia le due metà, e mettere in un uno stamo per ciambella dai bordi alti da 25 cm, asciare riposare per circa 20 minuti ed infornare.









Cuocere per circa 45 minuti




http://static.issuu.com/webembed/viewers/style1/v1/IssuuViewer.swf" type="application/x-shockwave-flash" quality="high" scale="noscale" salign="l" flashvars="mode=preview&previewLayout=white&username=isabella22&docName=ciambellone_lievitato__alle__nocciole&documentId=081212093347-34f9fde213e442918be210d67134873f&autoFlip=true&backgroundColor=ffffff&layout=grey" style="width:307px;height:230px" name="flashticker" align="middle">


7 commenti:

manu e silvia ha detto...

Questo ciambellone è davvero particolare, pensavamofosse fatto in modo clasico, ed invececi hai sorprese! originale la preparazione ed il ripieno è sublime!!
bacioni

michela ha detto...

Ogni volta che passo di qua e mi fermo a leggere i tuoi post..mi scopro a ridere...sei troppo spiritosa e simpatica...ehehe!
Mi fa ridere l'immagine di te e del tuo Amato che vi date la divisione dei compiti e stretta di mano!!
ciao buon we.

Polinnia ha detto...

potrei fare follie per un dolce così!!!! lo proverò!!!!

Barbara ha detto...

Mamma mia Isabella, questo ciambellone è semplicemente spettacolare... sono rimasta davvero incantata a occhi spalancati: bravissima! Ma... concordo... il Natale è faticoso... lo faccio dopo l'epifania!!! ;-))) Un bacione ed un augurio per un tranquillo fine settimana!

Lo ha detto...

anche io allevo la sorella di herman nel frigo , ma mi rende molto felice...proverò il panettone...e magari faccio la revisione al tuo dolce...nel senso che lo sperimento con la cosa! :)

Micaela ha detto...

Dev’essere buonissimo!!! Da provare sicuramente.

Gunther ha detto...

è una bella idea questo ciambellone

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs