1 gennaio 2009

Fruitcake .... che ti prende per la gola ... e poi ti appende!







Giuro che la torta è buonissima, il peso specifico al centimetro cubo sfiora quello del piombo grazie alla pioggia di canditi che però conquistano anche quelli che i canditi dal panettone li tolgono.

Si può mangiare dall'inizio alla fine delle feste che resta sempre buona e quindi niente alibi ... Questa torta dovrebbe essere usata come test per tutte quelle modelle anoressiche che dicono che mangiano di tutto, dimostramelo, mangiati di fronte a me e adesso una fettazza di fruitcake e va finire che stai senza mangiare sei mesi oppure stai immobile come un pitone che digerisce.

Ma veniamo a noi, le feste l'ho sempre detto, mi mettono a dura prova. Io sono un essere stanziale, che non vede l'ora di godersi la casa e quest'anno ancora di più viste le vicessitudini casalinghe e il nervoso da caldaista. La storia tra me e il caldaista sembra essere ad una svolta, siamo al sms. Ho cominciato io quando, caricando la lavatrice ho sfiorato la supposta dei sali e mi sono trovata ad urlare:" Amatooooo beeneeeeeee la kaldaia, quella vak, di quello struz, di quello che se lo bekko ... datemi un catino...", il tutto con l'acqua che mi correva nelle maniche fino alle ascelle. Poichè il portatore di coda di paglia del caldaista che non stringe i bulloni perchè agisce senza pinza, era stato inghiottito da un buconero ho cominciato a mandargli sms allarmanti del tipo: saluti dalla barriera corallina; i bambini si devono fare il bidet freddo; ho i giochi d'acqua di Maria Antonietta in cucina, e non riesco a scaldare Versailles. Le risposte sono state: ha fatto il bonifico del saldo? Quando ha fatto il bonifico del saldo? Perchè non ha fatto ancora il bonifico del saldo? Aho! ma tu caldaista che vivi nascosto in una grotta insieme a Osama Bin Laden, che hai un telefono che non si può intercettare, che la tua presenza è reale solo perchè testimoniata dalla presenza di una pinza (che non usi) appoggiata sul tavolo della cucina, non sai far altro che chiedermi i soldi per una cosa che non fai ? L'ultimo messaggio che gli ho mandato grazie al T9 del telefonino era: taffanajm (provate a cosa corrisponde) e la risposta è stata: altrettanto! la valuta è compensata?

Insomma pare che non se ne esca, magari chiamo Fabrizio Corona che contatti Lele Mora che parli con la Ventura per sapere se il caldaista sprecato si stia preparando per X factor perchè se non è così glielo faccio io venire l'x factor se si sente sprecato a piazzare tubi. Giuro che per colpa della caldaia ho perfino chiamato il ginecologo perchè non sapevo se si trattava di sbalzi da menopausa o da termostato impazzito. Il ginecologo mi ha tranquilizzato, anche a lui è successo, non mi riferisco alle "scalmanelle" ma al termostato impazzito. Così mentre il mio equilibrio ormonale è stato messo in dubbio, ho capito che io con certi uomini non ci so proprio fare, mi pigliano in giro e io non mi accorgo.. Ho cercato di delegare la questione all'Amato Bene, ma pare che il caldaista provi una sadica soddisfazione a parlare con me ... Così ho acceso il forno e via ad una torta buona buona .... molto molto nordica e se prendessi il caldaista per la gola? ecco magari una volta che l'ho preso per la gola lo appendo pure al muro vicino alla caldaia!
Ma ecco la ricetta che non deve spaventare per la quantità e la pesantezza degli ingredienti, nel senso che vi accompagnerà per lungo lunghissimo tempo ... anche dopo le feste diventando sempre più profumata

Ingredienti
250 gr di uvetta
350 gr di uva cilena secca chiara
150 gr di ciliege candite snocciolate intere
150 gr di canditi misti
125 gr di mandorle spellatte a pezzetti
2/3 di tazza di brandy o succo di arancia
2 tazze di farina 00
1/2 tazza di farina con l'aggiunta di lievito
1/2 cucchiaino di noce moscata
1/2 cucchiaio di cannella
1 cucchiaino di spezie miste per panpepato
250 gr di burro
1/2 tazza di zucchero di canna scuro
2 cucchiai di marmellata
4 uova

Procedimento
Scaldare il forno a 180 C°. Foderare di carta da forno una teglia apribile da 24 cm di diametro. La sera prima, se possibile, mescolare tutti i canditi uvette e mandorle e inaffiarle con il brandy o il succo lasciandolo assorbire almeno un 'ora se non tutta la notte.
In una terrina mescolare le farine e le spezie. Lavorare il burro ammorbidio e lo zucchero con la marmellata , rendendo tutto soffice. Aggiungere un uovo alla volta solo quando il precedente è ben incorporato. Aggiungervi, alternando la frutta e le farine con le spezie fino a formare un impasto soffice e con la frutta ben distribuita.
Infornare per 30 minuti a 180 C°, poi abbassare a 160 C° e procedere alla cottura per un'ora e mezza circa, coprire con un foglio di carta da forno per evitare che si bruci, l'impasto comunque è molto scuro e corposo .Consumare a temperatura ambiente

14 commenti:

Fra ha detto...

Ecco mi hai fatto iniziare veramente bene l'anno...ecco magari capisco che la vicenda del caldaista vissuta in prima persona proprio ridere non fa (se succede a me lo vado a prelevare a casa e lo rasformo in un sirenetto a forza di calci nel sedere!) però ti giuro mi sono scompisciata dalle risate. Ti auguro uno splendido 2009 e che la befana ri porti una caldaia nuova fiammante
Un bacio
Fra

Romy ha detto...

Mamma mia, 'sti caldaisti! Il mio ha più piercing che peli, e quando viene a fare la pulizia manca poco che non pulisca le ragnatele del locale caldaia col capello rasta e col berrettone stile Bob Marley...e non sarebbe niente! Devi vedere che espressione sveglia...!...Caldaisti a parte...un bacione e tanti tanti auguri di buon anno a te e a tutta la tua famiglia! Con questo post mi hai definitivamente conquistato....scrivi troppo bene, sei davvero divertente! baci :-D

giucat ha detto...

Ciao Isa! Eh, allora ormai siete intimi se siete arrivati agli sms ;)) Cat

Azabel ha detto...

Ah che bello avere lo scaldabagno e il riscaldamento centralizzato... ;)
Hai un gran bel blog, complimenti! Mo mi sono abbonata al feed, ci sentiremo spesso!

graziella ha detto...

Che cambiare caldaista sia una brutta idea?? ;-) Capisco che ormai siete molto intimi, ma la vedo male per i tuoi nervi!
Comunque.. buon Anno!

enza ha detto...

oh ora che hai una lavatrice nuova ti toccherà anche la caldaia!
oddio nel cuore della notte si sentono solo le mie risate!

Prez ha detto...

mamma mia, la storia della caldaia ormai mi prende piu di una soap opera...ma come mai non provi a cambiarlo...so che prmai è una questione di principio pero' insomma mica puoi diventare matta tu.
io mio caldaista invece è tutto d'un pezzo, arriva bello pulito e ordinato e fa lavorare il ragazzo di fatica..cmq non posso lamentarmi è un preciso..anche se la storia della condensa della caldaia che mi rifila ogni volta che si blocca non mi convince...mi sa che piglia in giro pure me :-)

emilia ha detto...

Hai ragione, alcuni uomini andrebbero presi per la gola ;)
Buon anno e buona torta !

Gunther ha detto...

è un garn bel dolce basta mangiarne un pochino che fa benissimo

Anonimo ha detto...

..Buongiorno Isa, conoscevo questo dolce in versione 'coperta' e cioè ricoperto di fondente decorato o con marzapane.
So che si presta a molte occasioni.. basta cambiare abito..
Auguri in ritardo
Clelia

Anonimo ha detto...

..Buongiorno Isa, conoscevo questo dolce in versione 'coperta' e cioè ricoperto di fondente decorato o con marzapane.
So che si presta a molte occasioni.. basta cambiare abito..
Auguri in ritardo
Clelia

Romy ha detto...

Siccome sei troppo brava e simpatica, ho qui un regalino per te...Un abbraccio! :-)

Anonimo ha detto...

3335349036
faccio il caldaista
e non lascio mai una donna al freddo

isabella ha detto...

@anonimo caldaista.
Grazie del simpatico messaggio ... se veramente fai il caldaista mettilo come slogan .. potresti installare molte più caldaie di quanto tu creda.
Stiamo scomettendo sulla tua identità....ùJunkers? Riello ? Boderus? ... Vaillant?

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs