29 settembre 2008

Torta ai lamponi e cioccolato bianco






Compie gli anni mia sorella, finalmente ci vediamo tutti al completo, intendo tutti tutti , compreso Carletto che ha pensato bene di nascere il giorno che noi siamo partiti per le vacanze.
Confesso una cosa, mi faceva uno strano effetto prendere in braccio il mio nipotino cicciobello, è una questione di misure, si perde come la mano. Se penso poi che Yups! quando è nato stava nella tasca del camice del dottore, che Jack è ancora piccolo, mi chiedo come ho fatto a dimenticarmi così presto di come si maneggia un pupotto.
Non so sia così per tutti, ma con ogni bambino piccolo si instaura una canale di comunicazione diverso fin da piccoli. Mi i ricordo che Yups! erano lunghi sguardi , con Jack sono lunghe storie con nomi di bambini improbabili, con Carlo sono grugniti da zia. Non è che io grugnisca o grufoli tutti i giorni ma stavo cercando di trattenermi dal ridere mentre lo tenevo in braccio e ho visto che lui apprezzava così ho cominciato a gugnire di proposito e ho sentito che lui rispondeva, ma il grugnito doveva essere lungo sospirato e piuttosto articolato, così io e mia sorella ci siamo a trovate a grugnire con due bambini intorno che facevano lo stesso saltando. Questa mattina abbiamo replicato al cellulare con quelle cose in vivavoce del tipo: sentilaziacosatifà mentre io ero in autubus e io gruf amore della zia senti questo grruf gruf.
Passiamo però a Jack e alle fiabe. Qui si apre un capitolo interessante. A Jack piace la storia di del bambino Aofiderssen del Belgio oppure del bambino Gulash dell'Ungheria. Per adesso la prima sembra anche essere la più gettonata. A dire il vero non è che invento molto, la trama è molto semplice, ma cerco di infiorettare i dialoghi così il puffo prende sonno circa quando Aofiderssen sta per svegliarsi nella storia.

Questa storia soporifera, parla di un bambino che si chiama Aofidersenn ( una sorta: di ti saluto in pseudotedesco ) che vive in Belgio ( la parola Belgio piace molto a Jack ) che si sveglia quando tutti vanno a letto e gioca sempre da solo perchè anche suo fratello e sua mamma e suo papà dormono, poi quando spunta il sole e tutti svegliano, lui prende sonno e va in asilo con il cuscino e dorme finchè un altro bambino Guttemorghen della Germania non gli chiede di giocare, ma Aofiderssen ha troppo sonno, così di sera finalmente va a letto per poi giocare con il suo amichetto l'indomani. La seconda parte della storia è quella dove ci si gioca la serata, ed è un elenco di tutte le cose che il dormiglione non aveva mai visto: la macelleria da Loris, il panettiere che regala sempre una pastina, la scuola Toti, spesso confusa con un'altra scuola intitolata al capitano della Roma: Francesco Totti, Piabio della frutta e l'elenco di ogni esercizio commerciale deve essere intervallato da uno sbadiglio che incoraggia la craeatura ad un sonno profondo. Nel migliore dei casi bastano tre negozi: il macellaio, la farmacia, il fruttivendolo, nel peggiore dei casi invece si arriva alla pescheria, e devo elencare tutti pesci esposti.

La torta per mia sorella è nata dal suo desiderio di avere una torta alla cioccolata, che per un contrattempo è diventata con pandispagna alle mandorle e crema di lamponi .... per via di una confezione di spezzatino che non stava in freezer perchè era pieno di lamponi surgelati che avevo trovato in svendita .... daì Marta è rosa porcello gruf fruf...la prossima volta che mi chiedi una torta al cioccolato, ti giuro che ti faccio ... uno strudel....


Ingredienti per la base


125 gr di farina

125 gr di amido per dolci

70 gr di farina mandorle

200 gr di zucchero

5 uova separate

1 bustina di vanillina

200 gr di burro

un cucchiaino di lievito

una fialetta di aroma alle mandorle


Scaldare il forno a 180 C°

Sbattere con le fruste elettriche il burro con lo zucchero, e i tuorli e l'aroma di mandorla, aggiungere poi la farina, l'amido e il livito . Montare le chiare a neve ben ferma. Unire i due composti mescolando delicatamente dal basso verso l'alto e aggiungere le mandorle.




Infornare in una teglia apribile da 23 cm, per 40 minuti, comunque fino a quando uno stecchino inserito nel dolce non ne esce pulito


Per la crema


250 gr di lamponi surgelati

il succo 1/2 limone

2 cucchiai d melassa

2 cucchiai di zucchero

100 gr di preparato per budino pronto bianco zuccherato

200 gr di panna montata con due cucchiai di zucchero

un cucchiaio di gelatina in polvere


Montare la panna ben fedda con lo zucchero

Mettere i lamponi in una pentola con il succo di limone, con la melassa e lo zucchero fino a quando non si disfano, filtrare il liquido con un passino e aggiungere la gelatina mescolando sul fuoco moderato fino a quando non si è sciolta e non si vedono più i cristalli.

Lasciare intiepidire un poco aggiungere il preparato per budino e scioglierlo nei lamponi con la gelatina, aggiungere la panna montata e mescolare fino a raggiungere una crema omogenea, eventualmente regolare di zucchero




Tagliare in due la base della torta raffredata e appoggiare una metà come base in un anello per torte, versare metà della crema sul centro della base affinchè di rimanga un po' più alta nel centro e chiudere con l'altro pandispagna ricoprire il tutto con il resto della crema livellando la superficie. Lasciare in frigo un paio d'ore e a temperatura ambiente una mezzora prima di consumare.

18 commenti:

giucat ha detto...

Buongiorno Isa! Scommetto che questa torta in realtà è nata dalla voglia di fare qualcosa di rosa visto che i tuoi bimbi ti guarderebbero un tantino male se ti presentassi al loro compleanno con una torta rosa barbie! Bellissima, davvero! Ti prego, posso telefonarti mentre sei sull'autobus per chiederti di fare sgruf-sgruf anche a me! :) Baci e auguroni a tua sorella, Cat

barbara ha detto...

Splendida e colorata, grazie!

Fra ha detto...

Le favole inventate sono le migliori ...io mi ricordo ancora quella di Gigetto il Ragnetto che mi raccontava mio padre :D
La torta è bellissima...anche senza cioccolato!
Un bacio e buon lunedì
FRa

isabella ha detto...

@giucat
Quando vuoi!

Stephanie ha detto...

That looks very delicious!

Tzun@mi ha detto...

premesso che adoro il rosa porcello...vorrei aggiungere grunf, che se ci filmassero certe volte grunf, rischieremmo di fare figuracce porcellose....hihihi

Ciao Isa...grugnisci anche per noi che abbiamo dimenticato come si fa! hehehe

barbara ha detto...

Isabella ma è... è... bellissima!
Ma dove si prende l'amido per dolci ed il preparato bianco zuccherato (o meglio di che marca, come si chiama e dove lo trovi?).
Mi sembro un poliziotto con tutte queste domande!
Grazie.
bab

isabella ha detto...

@barbara
l'amido per dolci è la maizena, oppure la frumina paneangeli e li trovi al supermercato.
Il preparato per il budino sono le normali buste di polvere per il budino, invece chal cioccolato lo trovi per il budino alla crema zuccherato o no. Io nello specifico aveva casa un confezione di budino della lindt al cioccolato bianco zuccherato. Praticamente invece di scioglierlo nel latte lo scigli nei lamponi con la gelatina. Se ti serve qualcosa sono qui!

isabella ha detto...

@barbara
l'amido per dolci è la maizena, oppure la frumina paneangeli e li trovi al supermercato.
Il preparato per il budino sono le normali buste di polvere per il budino, invece chal cioccolato lo trovi per il budino alla crema zuccherato o no. Io nello specifico aveva casa un confezione di budino della lindt al cioccolato bianco zuccherato. Praticamente invece di scioglierlo nel latte lo scigli nei lamponi con la gelatina. Se ti serve qualcosa sono qui!

enza ha detto...

no vabbè c'è la fatina cancella commenti in giro nella rete.
ero sicura di avere scritto qualcosa e invece sgrhnnnf.sgrnnnfff

Daniela ha detto...

Ha un aspetto delizioso, complimenti!

emilia ha detto...

In effetti e' rosa porcello ma sicuramente buona ;) .....attendo la torta al cioccolato...che adoro.Buon fine settimana :)

Artemisia Comina ha detto...

fiabesca.

barbara ha detto...

Grazie Isabella, sei sempre gentile. Sicuro che ti scoccerò ancora... se posso aiutarti anch'io in qualcosa... a disposizione.
Un baciotto.
bab

panettona ha detto...

ciao isabella è da un po' che non ci si sente ...
questo dolce è davvero interessantee credo molto buono ;)
ho letto negli ingredienti della melassa è una vita che la cerco ma dalle mie parti nessuno sa cosa sia, potresti consigliarimi come fare ad acquistarla??
a presto
grazie
eliana

isabella ha detto...

@barbara
per me è un piacere non una scocciatura!
@panettona
A dirla tutta, non mi pare che lam elassa sa così essenziale in questa ricetta e potrebbe essere sostituita con il miele (quello di castagno è quello dal sapore più simile) oppure dallo zucchero.
Comunque io la trovo nei negozi biologici tipo naturasì.
Delle cose che ho provato fino ad adesso mi pare che sia essenziale solo nei biscotti anzac, per via della consistenza, e nei pepperkakor (biscotti di natale speziati svedesi o tedeschi) per il sapore.
Se vai invece in negozi che vendono alimenti particolari la trovi come black o dark tracle (tracol)che se non è melassa è qualcosa di molto simile. La versione golden tracle o golden syrup è invece tipo miele e penso si possa usare al posto del malto.
Anche il malto si trova nei negozi biologici e può essere di riso, e di grano (quello che io preferisco).

panettona ha detto...

grazie mille!!!
un bacio!

michela ha detto...

Ahahah!
Per fortuna hai una sorella se era un fratello dovevi veramente fargli la torta a forma di maialino altrimenti il rosa come lo facevi c'entrare?
Copio tutto...nel frattempo ho fatto la tua torta di banane.
ciao

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs